FANDOM


Roy Snyder

Roy Snyder è un personaggio secondario de I Simpson.

Di origini ebraiche e forse afro-americane essendo di colore (anche se, molto stranamente, all'inizio della serie era bianco, cioè di carnagione gialla), Roy Snyder è l'obeso giudice di Springfield e probabilmente è anche il presidente del tribunale locale, dato che egli appare in ogni udienza del cartone animato. Capelli neri molto corti e pizzetto folto, Snyder appare sempre con la caratteristica toga nera che nasconde la sua giacca bianca e la cravatta azzurra.

In una puntata, egli delibera l'illegalità del possesso dello zucchero e degli alimenti dolci, ritenendoli le fonti della sua grassezza: alla fine dello stesso episodio, torna sui suoi
Roy Snyder 2
passi per affermare che i dessert possono essere mangiati, seppur con responsabilità. Ha un figlio che però non appare mai nella serie in quanto è stato ucciso dall'avvocato Lionel Hutz, che lo ha investito (ripetutamente) con la macchina.

È leggermente maschilista, o per lo meno tende a giudicare gli uomini (soprattutto se ragazzini) in maniera più clemente: in una puntata assolve Milhouse Van Houten, sicuramente colpevole, adducendo la seguente motivazione: "In fondo, un maschio è pur sempre un maschio". Entra di conseguenza in polemica con il giudice donna Grazia Negata, che la pensa esattamente al contrario, ma alla fine sarà lui a prevalare.

Una curiosità: il simbolo della sua legislazione è la miniatura di un clown, che si porta dietro durante la lettura delle sentenze.